Fagotto

Andrea D’Aprano

Si è avvicinato al mondo della musica all’età di 7 anni con lo studio del pianoforte.
Successivamente intraprende lo studio del fagotto con il maestro Andrea Masini diplomandosi brillantemente con il massimo dei voti all’età di 16 anni nel conservatorio di Santa Cecilia a Roma.
Ha frequentato l’accademia di Santa Cecilia con il Maestro Francesco Bossone e l’accademia Scatola Sonora con il Maestro Eliseo Smordoni
Ha attive numerose collaborazioni cameristiche, vincendo nella categoria da camera, trio, il primo premio al concorso musicale nell’auditorium Ennio Morricone all’università Tor Vergata e il primo premio al concorso musicale della Sapienza a Roma. Ha collaborato con varie orchestre come l’orchestra da camera Citta di Fondi, l’Orchestra del Conservatorio di Santa Cecilia, l’Orchestra Italiana del Cinema, l’Orchestra Sinfonica Guido D’Arezzo, l’Orchestra Roma Sinfonietta, l’orchestra di fiati dei carabinieri con la quale ha inciso vari CD per la radio vaticana e moltissime altre, con le quali da poco ha svolto numerose tournée in diverse città italiane e all’estero come Napoli, Venezia, Cortona, Arezzo, Verona, Orvieto, Quatar e Panama City dove ha suonato nel parlamento Latinoamericano. Inoltre si è esibito varie volte in veste di solista svolgendo numerosi recital, con l’orchestra del conservatorio di Santa Cecilia ha anche eseguito numerosi brani in prime esecuzioni assolute. Ha frequentato Masterclass con vari maestri come Sergio Azzolini, Gabriele Screpis, Andrea Zucco, Stefano Canuti, Eliseo Smordoni e Giorgio Mandolesi.

Ha inoltre suonato in famosi teatri come il San Carlo di Napoli, il teatro dell’Opera di Roma, presso la sala dell’Accademia di Santa Cecilia nel Parco della musica, nell’Arena di Verona, nel Teatro La Fenice di Venezia è molti altri.

All’età di 20 anni è entrato a far parte della banda dell’arma dei Carabinieri in qualità di fagottista ed è stato il primo nella storia a ricoprire questo ruolo all’interno della prestigiosa istituzione.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *